Finalmente, nonostante sia “andato in pensione” e dopo infinite richieste, Frank Merenda sta per rivelare il suo personale metodo per costruire e vivere la tua vita come desideri, durante:

“Cosa Farebbe Frank?” 

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

15, 16 e 17 giugno 2023
Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia

Da:  Frank Merenda 

Mendrisio, Svizzera

Re: Il metodo per riuscire a bilanciare perfettamente la vita personale e quella professionale, trasformare i dipendenti in un’armata assetata di successo, i clienti in un plotone a tuo ordine e servizio e ogni decisione presa in una medaglia al valore! Il tutto, andando in pensione molto giovane continuando a lavorare solo quanto e quando desideri.

Caro Imprenditore,

Tutti sanno che me ne sono letteralmente andato in pensione a 44 anni.

Non tengo più corsi, ho delegato persino i miei figli prediletti Venditore Vincente e Marketing Merenda, e il massimo che faccio è dedicare un giorno al mese alle consulenze dei miei clienti più storici e affezionati.

Se ci aggiungo altre 3 ore per registrare il Circolo degli Imprenditori in realtà dobbiamo dire esattamente che lavoro 9 ore al mese, o 2 ore alla settimana circa.

Quello che i miei Studenti più curiosi mi chiedono continuamente, quindi, ormai è: “Come cacchio fai?”, o meglio: “Come cavolo hai fatto? Vorrei riuscirci pure io! Mi insegni?!?”.

Sanno infatti che ormai i miei soci e i miei manager sono molto più avanti di me nello spiegare loro tecnicamente l’acquisizione clienti, la vendita o il controllo di gestione.
C’è però - e devo dire comprensibilmente - un’enorme, infinita e incessante curiosità riguardo al “come faccio le cose” una volta che chiudo le porte dietro di me e nessuno mi vede.

Nello specifico come riesco a far sì che gli altri facciano così tanto per me.
 Come esercito così tanto controllo sul mio staff (anche se sono in un altro Stato spesso e volentieri, e anche con fusi orari diversi).

Come conduco le trattative. Come orchestro così tanto flusso di denaro in entrata (la maggior parte riesce a comprendere forse un decimo di quello che faccio).

Come ho fatto a crearmi una vita così indipendente e autonoma. Come proteggo la mia privacy. Come processo così tante informazioni. Come colgo o scelgo le mie opportunità.

Un sacco di domande (e anche di più), che trovano risposta in un organizzatissimo Sistema Operativo - che funziona un po’ come la linea produttiva nei ristoranti di Mcdonald’s, ma nella mia testa.

Certo, nel mondo del business è normale trovare dei Sistemi Operativi.

Negli anni ne ho visti diversi che mi hanno impressionato.

Disney ha il suo Sistema Operativo capace di creare film di animazione che sbancano nei botteghini di tutto il mondo.

Tupperware ha il suo Sistema Operativo per creare, gestire e vendere tramite delle presentazioni a casa (dette Home Party).

Virtualmente, ogni business ha il suo Sistema Operativo.

Ciò che mi sorprende (e che mi lascia esterrefatto) è sapere che là fuori c’è gente che NON ha un Sistema Operativo per sé stessa, come imprenditore intendo! Per la propria vita imprenditoriale e privata.

Ebbene sì.
La maggior parte degli imprenditori e dei professionisti non ha un sistema operativo personale.

E pur non avendone uno, senza neanche saperlo (o volerlo) appesantiscono le loro attività con modi di fare da “pilota automatico”, tanto complicati e incomprensibili quanto deboli.

Ho sempre pensato che fosse ovvio crearne uno mio dal primo giorno in cui ho aperto la partita iva, proprio perché la CHIAREZZA è l'attributo n.1 di una persona o di un'azienda di successo.

Anche perché, oltre ad avere una personalità che tende a creare dipendenza (e quindi che può influenzare il comportamento delle truppe), sono più indisciplinato e impulsivo di quanto si possa pensare da fuori.

Per questo avere un modus operandi "concreto" è stato un importante fattore di successo per me.

E scommetto che lo sarebbe anche per te.

Un famoso generale dell’esercito americano una volta disse: “Delle scarpe lucide salvano vite”.

Ciò che voleva dire è che avere e aderire a regole rigorose e ben precise facilita la sopravvivenza in circostanze pericolose o difficili.

Al contrario, sia Einstein che Edison hanno sempre detto di “buttarsi” e provarci sempre.
Ma ognuno di loro (guarda un po’) aveva stabilito un metodo per tentare.

In poche parole: nella vita meno ruote della fortuna giri, meglio sarà per te.

 Rimarrò sul palco in mutande 

Questa sarà la più intima, personale e approfondita confessione che abbia mai fatto sul palco, capace di rispondere a qualsiasi curiosità che ruota intorno al “come opero e prendo decisioni nella mia vita imprenditoriale”.

Ho detto che non avrei mai più fatto Venditore Vincente e Marketing Merenda
Ed è vero.
Ci sono i miei ragazzi a tenerli, ci sono personalità di assoluto prestigio come Laura Ries e Amanda Holmes come “resident teacher”.
Un livello irraggiungibile in campo vendita e marketing da chiunque altro, anche senza la mia presenza.

Ma una volta all’anno… solo una… per piacere personale e per rimanere vicino ai miei Studenti più “avanzati” (non nel senso che sono andati a male, ma che mi seguono con più passione e da più tempo) ho deciso di calcare il palco per rivelare i miei segreti più importanti su quello che è il mio percorso di vita oggi.

 Ed ecco che sono felice di presentarti: 

Cosa Farebbe Frank?

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

15, 16 e 17 giugno 2023
Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia

Come si diventa un imprenditore in grado di delegare tutto e vivere la vita che vuoi senza che l’azienda salti per aria… anche se ti vanno via collaboratori ritenuti “chiave”!

Chi ha occhi per osservare bene, sa già che questo argomento può trasparire nei materiali che produco: a partire dal Merenda Monthly, nel Circolo degli Imprenditori, così come nel mio podcast Frank Merenda’s Marketing Rodeo, fino al canale YouTube Altrimenti Merendiamo e in tutti i libri che ho scritto.

Ma all’interno di "Cosa Farebbe Frank?" sarà miliardi di volte più completo, spiegato per filo e per segno e ricco di dettagli più di quanto abbia mai fatto in tutta la mia vita.

Siccome mi conosci e sai che non amo “dare fiato ai denti”, voglio rivelarti subito le materie che ho intenzione di trattare in quei giorni:

  • come creare un “sistema solare” che ruota intorno a te. Valido per chiunque sia ai tuoi ordini e in missione per il tuo successo, utile per ogni progetto, scopo o ambizione;
  • come avere orde di persone che lavorino come tuoi promotori. Ovviamente senza assumerli, gestirli, essere responsabili per loro o pagarli.
    No, non sto parlando di prigionieri o sfruttamento, ma di fan sfegatati disposti a tutto.
    (Personalmente mi affido a tre punti chiave per questo, che nessuno può replicare); 
  • come creare e presentare “il tuo compenso” e farti pagare esattamente quanto richiedi, fino a far valere ogni cliente da 50.000 € fino al milione.
    I cinque fattori che controllano l’accettazione o la resistenza al prezzo in ogni trattativa (giocano a favore o contro di te?);
  • come far sì che tu possa diventare “LA PERSONA” con cui tutti vogliono lavorare.
    Assisterai a una dimostrazione pratica di come creare, scegliere e sviluppare il tuo personaggio (per esempio: lo “stronzo con tutti” ma che ama la sua famiglia, l’icona eccentrica, il timido che nasconde gli artigli ecc.).
    Conoscerai anche la mia DECISIONE IRREVERSIBILE: ciò che ho scelto per me stesso e che mi ha servito meglio in tutta la mia vita;
  • come addestrare “il tuo plotone”. Come far sì che il tuo staff, i collaboratori, i venditori, i clienti abituali o occasionali, fino alla tua famiglia e i tuoi amici, si comportino con te nell’esatto modo che vuoi tu. Come “vendere le tue regole” agli altri e come creare cerchi concentrici di supporto (questo determinerà quanto lontano andrai e quanto bene vivrai il resto dei tuoi giorni);
  • come elaborare grosse quantità di informazioni diverse ed estrarre soltanto quelle che ti portano a guadagnare, grazie a un processo che lavora nel tuo subconscio e aumenta la produttività a dismisura.
    Ti mostrerò il mio e come gestisco i miei potentissimi e instancabili lavoratori d’oro.
    Imparerai a usare “il teatro della mente” (io ne ho quattro in uso) per gestire la tua personale resistenza alla fatica e sviluppare una creatività pragmatica.
    In parole povere: come avere idee migliori, in abbondanza e più velocemente, e come implementarle nella tua attività, senza che vengano stravolte dai processi operativi;
  • campanelli d’allarme: come velocizzare il tuo processo decisionale e controllare i tuoi peggiori impulsi (quelli che ti fanno perdere soldi o opportunità). Le cinque realtà umane con le quali devi iniziare a governare le tue relazioni (lavorative e non);
  • il pensiero “fortezza”. Come proteggere la tua autostima, motivazione, spinta emotiva, energia, tempo, obiettivi ottenuti e soldi da tutto ciò che c’è di pericoloso là fuori;
  • come utilizzare il lato positivo del pensare in maniera negativa. Un vero e proprio processo applicabile nel marketing, nella vendita, fino alla famiglia e alla gestione delle finanze;
  • farti pagare più volte per lo stesso identico lavoro. Vita eterna per i prodotti e infiniti guadagni ricavati dallo stesso identico articolo (o servizio). Quattro categorie di asset che devi sviluppare;
  • perché le parole “normale e consueto” non dovrebbero MAI e poi MAI riguardarti.
    Come essere “quello strano e diverso” che tutti guardano (con ammirazione e invidia) e diventare emotivamente immuni a qualsiasi critica. Come gestire i conflitti e i nemici (Nota: gli amici vanno e vengono, i nemici si accumulano!).

Per farla breve, farai un viaggio nel Sistema Operativo di Frank Merenda, il mio.

Forse dentro ci troverai qualcosa di “scomodo”, ma stai attento a questa parte:

NON ti sto chiedendo di prendere il mio Sistema Operativo e copiarlo nella tua testa!
(Rileggi tre volte questa frase, poi vai avanti)

Sono assolutamente sicuro che capire bene tutti i dettagli del mio, sarà di enorme aiuto nel far sì che tu possa creare il tuo in modo più chiaro e profittevole.

Non hai bisogno di sapere se dormo in pigiama, nudo, sulla schiena o abbracciato a un orsacchiotto di peluche.

Ma ci sono diverse cose, tra quelle che faccio OGNI SANTA VOLTA, che ti permetteranno di capire meglio come replicare il mio successo e farlo TUO.

In questi giorni, farai pratica.

Questo significa che metterai le mani in pasta, non starai ad ascoltare un mucchio di teoria fine a sé stessa.

Quante volte ti sarà capitato di vedere delle persone cristalline nella loro mente, che sanno benissimo chi sono, cosa fanno e cosa serve fare davanti a ogni situazione, proprio come me.

Se ti è capitato di ammirarle per la loro lucidità e sangue freddo, desiderando di essere come loro…

allora questa è una buona motivazione per iscriverti a:

Cosa Farebbe Frank?

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

15, 16 e 17 giugno 2023
Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia

La missione qui è quella di raggiungere, a qualsiasi costo e con tutte le forze che hai, il premio più grande che tu possa mai avere o desiderare.
Sto parlando della…

Assoluta Autonomia
Nessuno può essere totalmente autonomo, ma ci si può andare molto molto vicino.
E ovviamente so come avvicinarti.

L’autonomia, per definizione, è fare le cose “a modo tuo” con il mondo che ruota intorno a te.
Significa fare business come preferisci, con chi preferisci, quando vuoi e dettando le tue regole.

Per farlo devi assolutamente avere il tuo piano.

Senza entrare nel merito, è un po’ come avere la tua personale Agenda Draghi.

E se non ce l’hai chiara (nella tua testa o per iscritto) sai come finisce?

Che gli altri cercheranno di infilare la loro nella tua, creando un casino che non finisce più (non ho detto che condivido l’Agenda Draghi, dico che per lui era il modo corretto di portare avanti il suo programma… finché è durata almeno).

L'autonomia riguarda la chiarezza dell'agenda unita alla capacità e alla volontà di presentarla, venderla, imporla e farla rispettare!

Lo so, è una definizione che non mi hai mai sentito dire prima.

L’ho sempre custodita gelosamente, perché fa parte del mio privato.

È lo scopo dietro ogni metodo e ogni azione, il carburante e il beneficio principe del mio modus operandi.

È una definizione importante, e faresti bene a scrivertela su un bel cartellino giallo con un pennarello rosso e appiccicartelo dove lo vedi spesso.

Finché non è radicato nella tua testa, scrivilo con un pennarello sullo specchio in cui ti lavi i denti ogni mattina.

Sì, fai pure…
…Ascolta pure ogni mia conversazione e sbirciami pure il telefonino già che ci sei!

(Ecco di che cosa parlo con i miei Studenti avanzati ogni volta che ci sentiamo).

Credo lo sappiano anche i sassi.

Ma molto spesso mi trovo a parlare con Studenti che pagano per avere consulenze private.

C’è quello a cui serve una mano a trovare il proprio posizionamento, chi ha bisogno di dare un’aggiustatina al proprio marketing, chi è a un passo dal baratro e ha bisogno di uno “shampoo” fatto con le mani pesanti, ecc.

Insomma, un po’ di tutto.

Tolte queste persone, ci sono anche Studenti avanzati a cui ho già fatto “il lavoro”, portandoli ad accumulare milioni su milioni, che sento regolarmente quasi ogni mese.

A prescindere da quale sia lo scopo per il quale una persona viene a bussare alla mia porta a pagamento ciò che faccio per chiunque, in realtà, non è nient’altro che METTERE ORDINE NELLE AGENDE DEGLI ALTRI.

Nel grosso, è questo quello che faccio.

Ma perché lo faccio?

Perché il tempo è importante.

Non voglio sembrare tragico o drammatico, ma la verità è che ogni minuto che passa ci avviciniamo alla nostra “data di scadenza”.

Certo, ci sono molti fattori fuori dal nostro controllo come la genetica, le fatalità, lo stile di vita e via discorrendo.

Ma le ore che ho speso per scrivere queste parole che stai leggendo non torneranno indietro… è ovvio.

E se vai avanti senza un Sistema Operativo, sai come andranno i prossimi dieci anni della tua vita? Te lo dico io… come gli scorsi dieci, cioè andrai avanti lentamente o poco e nulla, non vedrai mai il sogno di possedere un’azienda realmente grande e florida realizzato e sarai solo più vecchio e stanco ancora a fare le stesse cose trite e ritrite… ma con l’artrite (ok faceva rima, però rende il senso).

Per questo ti chiedo: quanto tempo hai intenzione di consumare ancora, lavorando su qualcosa che non ti interessa? Con persone con le quali non ami lavorare? Gente che non ti rispetta, posti in cui non vorresti essere o cose che devi fare, ma che non vuoi fare?

Mi dirai che la risposta è ZERO… non vuoi buttare via tempo così.
Ma è una risposta non praticabile per qualsiasi essere umano.

Per questo scendiamo a compromessi.
Ogni giorno scendiamo a patti con la società per “incastrare” le nostre esigenze con quelle degli altri, che siano amici, vicini di casa o persone che amiamo.

Ma devi stare molto molto molto attento agli strascichi del compromesso.
Se metti una rana viva in una pentola piena d’acqua, si accorge che la temperatura è insostenibile e che sta per essere bollita quando ormai non ha più le forze per saltare fuori.

Vale la stessa identica cosa per te e per i compromessi che accetti.

Devi sensibilizzarti a capire quando la temperatura nella pentola sta salendo, difendendo così la tua autonomia contro gli strascichi del compromesso.

Ci sono volte in cui devi semplicemente dire NO.

E altre in cui devi influenzare gli altri in modo intelligente e attento.

Questo fa un Sistema Operativo.

Soltanto per il fatto che ti dirò questi cinque requisiti per la costruzione della tua autonomia, dovrei aggiungere quattro zeri al prezzo del biglietto.
Davvero li meritano, ma tranquillo, non lo farò.

Queste ultime righe, unite al fatto che verrai a "Cosa Farebbe Frank?" a imparare questi cinque punti, saranno la prova che aver preso questa decisione sarà la svolta definitiva per la tua vita.

Come ben sai, non uso toni alti o espressioni eccessive se non sono sicuro di quello che ti sto dicendo.

Se mai ti sei fidato di me e conosci quanto sono capace a rispettare le aspettative (anche quando sono alte e sembrano irraggiungibili) beh… fatti un favore, fidati anche stavolta e iscriviti subito a:

Cosa Farebbe Frank?

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

15, 16 e 17 giugno 2023
Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia

Dove va a finire il tempo perso?
Come fa a scapparti di mano?
 Ma soprattutto: 
perché non riesci a fare più di così?

Forse mi avrai già sentito parlare della gestione del tempo e come spenderlo nella maniera corretta.

Ma qua siamo a un altro livello: sto parlando di avere uno spregiudicato controllo del tempo e del suo INVESTIMENTO.

Esistono poche persone che pensano e agiscono come degli investitori dei propri minuti per ottenere soldi in cambio.

Il termine tecnico è ROIT (Return on Invested Time, ritorno sul tempo investito), che è esattamente come il ROI (Return on Investment, ritorno sull’investimento) con una piccola e sostanziale differenza.

I soldi persi possono essere sostituiti, il tempo no.

Anche se può sembrare il contrario, non ne abbiamo molto.

Lavorando 12 ore al giorno hai solo 720 minuti.

E se pensi che in media una persona guarda 150 volte il telefono ogni giorno, perdendo 2 minuti a volta, 300 minuti sono già andati a quel paese… per sempre!

Moltiplica quei minuti per un anno di lavoro e pensa a quanti soldi avresti fatturato se solo avessi speso quel tempo facendo il tuo lavoro.

Praticamente è come se lavorassi due anni in uno.

Quante volte mi hai sentito dire, pensando che scherzassi: “Non vado a fare la spesa perché a me due ore al supermercato costano 20.000 €?”.

Ecco, non stavo scherzando affatto.

Qualsiasi affare, anche quello che sembra il più remunerativo al mondo, può diventare una schifezza se si considera il ROIT.

Se dovessi andare negli Stati Uniti a fare un intervento sul palco di qualcun altro, incasserei 150.000 $ (indicativamente) e perderei circa tre giorni (tra voli, taxi, preparazione, svolgimento, cene fuori e tornare a casa).

Se gli stessi tre giorni li spendessi per fare un MIO corso, beh… ne fatturerei tranquillamente 9 volte di più.

Pur lavorando nello stesso identico settore, ci sono persone che agiscono in modo diverso nel proprio business.

La maggior parte appartiene alla categoria dei “bottegari”, che pur avendo una partita Iva aperta hanno la mentalità da dipendente… e non gliela togli.

Entrano in ufficio allo stesso orario e appoggiano la penna appena scoccate le 18.
Aprire in pausa pranzo non se ne parla, e la domenica è sacra perché la partita guai se me la perdo.

Parlare di ROIT con questa gente è inutile.

Poi ci sono i marketer convinti: sono orientati alla crescita, e come dei veri imprenditori agiscono per espandersi.

Ancora meno, invece, sono quelli che pensano e agiscono come degli investitori nella “borsa del tempo”.

E ti posso promettere che, più ti allinei a diventare un investitore del tuo tempo, più ricco e libero sarà il tuo futuro.

Sto per mostrarti il contenuto di alcuni forzieri (quattro, per l’esattezza).

Vedrai coi tuoi occhi i punti principali che ho integrato nel mio Sistema Operativo.

In verità ne esistono più di quattro, ma credo possano bastare per convincerti a prendere il tuo biglietto per "Cosa Farebbe Frank?".


Il potere della Trascendenza:
come l’ho creato e come puoi farlo anche tu


Trascendente significa andare oltre alle possibilità di un comune mortale, creando una forza di attrazione intorno a te che distrugge ogni limite della logica, del pensiero razionale o delle norme del mercato.

Nella pratica, questo mi ha permesso di avere un'elasticità incomparabile nello scegliere i miei prezzi, i termini e le condizioni in cui erogo i miei servizi, e livelli estremamente elevati di entrate ricorrenti a lungo termine… senza ricevere lamentele.

Questo potere è PURO vantaggio: non ha debolezze, handicap o limiti.

Non si ottiene semplicemente cercando di diversificarti.

Questo perché più o meno cercano tutti un modo per essere diversi (anche se lo fanno male, il più delle volte).

Qua sto parlando di un’altra roba. Non è diversificazione, è SEPARAZIONE.

In molti mi vengono a dire che certe cose funzionano solo se fai il formatore.

Bene. Lascia che ti porti un esempio che mi ha raccontato una volta Dan Kennedy.

Eravamo a casa sua, a Cleveland, e mi ha raccontato di un suo cliente di Londra che fa l’oculista.

Questo signore, di cui non ricordo il nome (mi scuso), vende montature per occhiali di sua produzione (quindi niente marchi famosi) dai 1.000 ai 5.000 € L’UNA.

E i suoi clienti, normalmente, ne possiedono dalle 5 alle 6 paia fatte da lui.

Non ha una parete con tutte le sue creazioni esposte, nello stesso modo in cui le vedi in tutte le grandi catene oculistiche.

Le sue montature sono chiuse in un cassetto.

Lo chiami, prendi appuntamento e quando può riceverti ti visita, ti guarda e sceglie LUI quale paio di occhiali ti sta bene addosso.

NON TU.

TU TI FIDI che quello che dice lui è legge.

Questo dottore ha scatenato il potere della Trascendenza creandosi un SEGUITO DEVOTO.

I prodotti, le aziende o le personalità particolari hanno sempre un SEGUITO DEVOTO.

E non vedo l’ora di mostrartelo durante i giorni di "Cosa Farebbe Frank?" in cui io e io SOLTANTO ti spiegherò tutto questo.

Lo ammetto: anch’io ho volutamente creato un culto intorno alla mia persona.

Non per radunarci tutti e saltare da un ponte, ma per creare un esercito di persone capaci di creare ricchezza per sé stesse e per gli altri, niente più di questo.

I SEGUITI DEVOTI sono trascendenti. Questo significa che sorvolano sui bisogni e le limitazioni del marketing, dei canali distributivi e del costo per acquisirli.

La verità è che uno scenario del genere è difficile da creare, e voglio essere del tutto onesto: molto probabilmente quasi nessuno riuscirà a replicarlo.

Ma a prescindere da tutto, creare un SEGUITO DEVOTO è un obiettivo che vale assolutamente il tuo tempo, ed è valido per qualsiasi business di qualsiasi settore (quindi sì, è compreso anche il tuo).

L’idea potrebbe spaventarti o farti sentire a disagio, lo so benissimo.

Anche io all’inizio mi sentivo così. Ma ti posso garantire che la ricompensa che si riceve, arrivando all’autonomia che ho sempre desiderato e superando i miei limiti, è un qualcosa che rifarei altre mille volte.

Siamo solo al primo punto di quattro. Andiamo al prossimo.


Mercato Unico, Piattaforme e Sistemi di Alimentazione


Metodo Merenda è una scuola privata, senza girarci troppo intorno.

Certo, non ci sono i diciassettenni figli di papà con evidenti problemi di acne, ma è senza dubbio un’azienda che vive e mangia grazie ai suoi Studenti.

E fin qui, non credo di dirti nulla di nuovo.

Se avessi voluto gestire MALE la mia scuola, avrei fatto come fanno tutte le altre.

Mi sarei presentato con il classico banchetto pieno di brochure fuori dalle scuole superiori.

Magari avrei ingaggiato una web agency al grido di: “Trovami i cliendih!!1”.

E per non farci mancare nulla, magari qualche bel cartellone pubblicitario negli autobus che solitamente prendono gli scolaretti.

Ora, è chiaro che il mio target non sono gli adolescenti, ma gli imprenditori.

Però qual è il messaggio che ti voglio passare con questa storia (macabra) di una versione di Metodo Merenda che non ce l’ha fatta?

Io non faccio NULLA di normale, abituale o considerato come un passaggio obbligato per ottenere studenti, come farebbe una qualsiasi altra scuola.

Io non voglio clienti che arrivano dalle loro fonti, e tanto meno entro in competizione con loro!

(Se riesci a comprendere la lezione che c’è in queste ultime due righe, sappi che ti sei appena portato a casa una strategia che da sola può valere milioni. Questa è gratis; ora prova a pensare a cosa ti aspetta in tre giorni con me durante "Cosa Farebbe Frank?".)

Il mio “segreto” è tanto semplice da spiegare quanto difficile da applicare, nascosto in piena vista, non copiabile da nessuno senza sembrare un imbarazzante venditore di fuffa (qualcuno ogni tanto ci prova, e i risultati sono esilaranti), e incredibilmente potente:

Ho creato il mio mercato unico per i miei servizi.

La prima volta l’ho fatto creando Venditore Vincente, la seconda con Marketing Merenda e la terza creando il Circolo degli Imprenditori.

Dalla terza in poi ho sviluppato una piattaforma permanente, che si alimenta da sola e capace di creare un numero infinito di mercati che mi permetteranno di rimanere nel mio “triangolo”, senza dover uscire per cercare clienti o un pasto da mettere a tavola.

È difficile essere proprietario di un mercato unico, ma è fattibile.

Ho visto tante persone prendere spunto dal mio Sistema Operativo e “trapiantarlo” nel loro settore, ottenendo risultati straordinari.

Si può replicare, adattare e implementare, NON copiare.


Schemi per moltiplicare il denaro


Ogni volta che mi viene presentata una singola "cosa" - un compito che deve essere svolto, un libro da scrivere, un posto dove andare, persino un problema da risolvere - provo ad attaccarci altre cose, e a mettere altre cose ancora in un'orbita intorno a essa.

In qualche modo moltiplichi il compenso che la "cosa" stessa offre.

Faccio un esempio, così è più chiaro.

Di recente sono stato contattato da diversi giornali per avere una mia dichiarazione riguardo alle leggi sul telemarketing e il registro delle opposizioni.

Certo, potevo tirarmi indietro; ma siccome è successa una cosa che riguarda il mio settore, mi pareva stupido rifiutare quando di persone autorevoli nel dare un opinione a riguardo siamo in numero dispari minore di tre.

Quindi non solo ho accettato, ma ho fatto in modo di accelerare l’uscita del mio nuovo libro che (guarda un po’) si agganciava perfettamente all’argomento.

Così non solo ho risposto alle domande che i vari giornalisti mi facevano, ma ho colto la palla al balzo per presentare Impresa all’ItaGliana ai loro lettori.

Molte persone non ragionano così!

Voglio insegnarti come applicare questo modo di agire ogni volta che devi fare un viaggio, spostarti per parlare con un cliente o un fornitore, commissioni da sbrigare…

…Funziona con qualsiasi roba che devi fare, e lo so perché lo faccio tutte le volte!

Io non voglio un singolo beneficio da una singola cosa che faccio.
Ne voglio 3, 4, 5, il più possibile.

Sto scrivendo questa lettera per invitarti a partecipare a "Cosa Farebbe Frank?", ma nel frattempo sto usando uno stile di copywriting diverso da quello “solito”, per insegnare ai miei ragazzi che possono tenerlo in considerazione la prossima volta che scriveranno qualcosa per me.
Sono già due benefici ottenuti con un solo lavoro svolto.

Un altro micro-esempio è il fatto che ogni mese devo registrare una puntata per il Circolo degli Imprenditori.

Pensi che quella registrazione, una volta caricata sull’app e nella tua area riservata, venga abbandonata là fino a marcire?

No!

Ogni mese le usiamo e riutilizziamo in mille modi: le usiamo per istruire i venditori e i copywriter junior, le sbobiniamo per farle diventare un libro, una raccolta o un qualcosa che ancora non esiste, ma è là pronta per essere utilizzata di nuovo.

Il principio cardine di questo “terzo forziere”, specifico per farti pagare infinitamente di più, va ben oltre ai quattro esempi sputati che ti ho fatto finora.

Se in passato sbraitare da un palco dalle 50 alle 70 volte all’anno mi faceva macinare milioni, ora guadagno gli stessi soldi (e anche di più) facendomi vivo UNA volta sola. E se ne ho voglia, altrimenti sto a casa e guadagno comunque uguale.

Non è un discorso che riguarda la legge di Pareto, dove l’80% del fatturato è ricavato dal 20% del tuo tempo, e viceversa.

Sto parlando di un altro livello, che è COMPLETAMENTE SU UN’ALTRA SCALA!

Si tratta di renderti più prezioso per te stesso e per gli altri.

Pura e semplice creazione di valore.

Nessuno di quelli che si riempie la bocca raccontando il principio dell’80/20 te lo può insegnare. Anche perché tutti ‘sti guru improvvisati o professoroni non hanno manco capito loro che cazzo insegnano… figuriamoci comprendere e applicare quanto ti spiegherò.

Vedrai qualcosa di incredibilmente diverso e più potente di questo.

È come paragonare una Ferrari nuova di zecca a un mulo da soma.

Io non voglio per te ‘sta roba dell’80/20.

Anche se tu la applicassi bene riusciresti (forse) a raggiungere la metà della piramide della ricchezza.

Io ti voglio vedere in cima alla piramide con un qualcosa che assomiglia di più a un 99/1… e non ci arriverai mai se usi le strategie di gente che non vede la cima manco col binocolo.


MASSIMA ottimizzazione del tuo Tempo


"Cosa Farebbe Frank?" è un corso che TUTTI i più cazzuti dovrebbero fare.

Non tutti, non quelli che si spaventano, non quelli che hanno le pippe mentali tutti i giorni anche solo per restare motivati a svolgere le cose normali nella loro area di comfort.

Ma tutti quelli che vogliono senza scuse e senza paura raggiungere quell’1% in cima alla piramide - lasciando a terra gli altri del 99% - dovrebbero essere con me in questi giorni.

Non lo dico per peccare di presunzione, ma perché mi pento di alcune mie azioni.

All’inizio di ciò che poi sarebbe diventato Metodo Merenda, controllavo tutto.

Sapevo che non andava fatto, ma era più forte di me: leggevo le mail dei copy, ogni tanto ascoltavo le telefonate dei venditori, ecc.

Mandando avanti il nastro e tornando ai giorni nostri, io con i miei collaboratori non ci parlo proprio.

Una mia semplice frase composta da sei o sette parole, crea lavoro per tutti (siamo più di 100) per almeno 6 mesi.

Mi basta dire in presenza dei vari direttori: “Voglio un libro che parli di questo”... e la macchina si attiva.

I responsabili elencano i lavori da fare per ottenere il risultato, si confrontano tra di loro, distribuiscono i vari task a chi sta sotto, e per mesi posso pure dimenticarmene e occuparmi d’altro perché so che le rotative sono in funzione.

Se dopo un po’ non ho notizie o qualcosa non va come avevo previsto, a me non me ne frega niente di chi è la colpa, chi non ha fatto cosa o perché ciò che avevo detto di fare non è stato fatto seguendo le mie regole.

A me non interessa chi ha ragione o chi ha torto (entro certi limiti).

A me interessa il risultato!

Sarà giusto? Ingiusto? Non me ne frega niente.

Pago profumatamente della gente perché mi dia il massimo, non un ammasso di scuse e gossip aziendali (per fortuna non succede mai).

Ora, prestami la tua totale attenzione perché questa parte è importantissima.

TU potresti NON volere quello che voglio IO.

Potresti decidere di scofanarti quattro lasagne al giorno e un pacchetto di caramelle gommose ed essere contento così, mentre io non metterei in bocca quella roba manco se mi pagassi.

TU potresti desiderare cose diverse dalle mie… e va bene così.

Ma comunque vuoi essere produttivo nello stesso modo in cui lo sono io.

Torno a ripetere: "Cosa Farebbe Frank?" NON è un corso per imparare a diventare la mia brutta copia!

Mi metto sul palco “a nudo” perché tu possa usarmi come bozza da cui partire per creare IL TUO Sistema Operativo.

Tanta gente mi invidia per il modo in cui agisco, controllo e ottengo risultati su risultati.

Non voglio che questo corso sia un’occasione per alimentare le gelosie di nessuno.

Desidero invece che i miei Studenti rispettino il mio modus operandi come modello.

Devi prenderne i principi, le strategie più intelligenti e CAMMINARE CON LE TUE GAMBE!

Quindi ci siamo…

Il 15, 16 e 17 giugno 2023 presso l’Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia sarò praticamente in mutande sul palco di "Cosa Farebbe Frank?".

Ti mostrerò in tutti i particolari come penso, come opero, perché e percome faccio le cose che faccio.

Avrai davanti ai tuoi occhi ogni aspetto di come faccio in otto ore di lavoro a ottenere tre, cinque, otto volte i risultati della maggior parte degli imprenditori.

Se sei pronto a tutto questo, allora iscriviti subito a…

Cosa Farebbe Frank?

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

15, 16 e 17 giugno 2023
Exhibition and Convention Centre di Lubiana, Slovenia

“Ma quanto costa ‘sta roba?
Funzionerà anche per me?
Che risultati otterrò?”

Mettere in piedi il tuo personale Sistema Operativo non è una roba, scusa il francese, “da una botta e via”.

‘Sta roba ti rimarrà in testa per la vita, e produrrà ricchezza fino alla fine del tuoi giorni.
"Cosa Farebbe Frank?" è un “affilatore” di cervelli o una specie di “lucida-pensieri” che ti porterà su un nuovo livello… come persona.

Va ben oltre a un valore che puoi descrivere con una cifra.

NON HA PREZZO, come diceva la pubblicità della MasterCard.

Se dovessi invece fare una stima di quanto potresti guadagnare nel corso degli anni, ammesso che seguirai alla lettera ciò che ti spiegherò, senza interpretare le mie lezioni come fa comodo a te, sono tranquillo nel dirti che come minimo le tue performance aumenteranno del 250%.

Se sei scarso e suonato, invece di “aprire una filiale all’anno”, (supponendo che il tuo business si replichi per filiali, ma si fa per capirsi) con il mio Sistema Operativo ne aprirai 5 in due anni.

Se sei abituato a inserire un venditore ogni morte di papa, avrai una rete vendita performante in men che non si dica.

Se l’ultimo collaboratore lo hai inserito un anno fa, ora la tua azienda metterà il turbo tanto da renderti necessario stare sempre in selezione del personale per ingrandirti e trovare talenti che prima ti affianchino e poi ti sostituiscano.

E questo quanto può valere?

Dovrei farti pagare il corso centinaia di migliaia di euro.

Sfortunatamente per me, non è quello che ti chiederò… non ci si avvicina neanche per sbaglio
.

“Ma non è che ‘sta roba l’ho già vista da qualche parte?
Non sono cose che so già?”

Se sei un mio Studente da una vita, hai comprato qualsiasi cosa (o almeno l’80%) di tutto ciò che ho buttato sul mercato (libri, video, corsi ecc.), è probabile che un paio di cosucce tu le abbia già viste.

E questo potrebbe averti spinto, volontariamente o meno, a produrre un Sistema Operativo che negli anni ti ha portato a raggiungere risultati.

MA… ciò che farò durante "Cosa Farebbe Frank?" non è nemmeno lontanamente paragonabile alle “dritte” che posso aver sparso qui e là nel corso degli anni.

Neanche per scherzo, non c’è storia.

"Cosa Farebbe Frank?"
sta al diventare un imprenditore cazzuto da 1% come Venditore Vincente è stato e sta alla vendita e come Marketing Merenda sta all’acquisizione clienti per PMI e professionisti.

È vero o no che c’è stato nel mondo della vendita un prima e un dopo Venditore Vincente? Bene. È vero o no che nel mondo dell’acquisizione clienti c’è stato un prima e un dopo Marketing Merenda? Esatto.

Ecco, nel mondo dell’Imprenditoria con la I maiuscola, per chi è piccolo ma vuole diventare grande, ci sarà un prima e un dopo "Cosa Farebbe Frank?".

Andremo nei dettagli, in profondità, anche in quelli che potrei pure vergognarmi a rivelare.

Risponderò alle domande e ai dubbi che potrebbero emergere, e ciò che è sicuro è che non andrai a casa con un sacco mezzo vuoto.

Se hai capito bene tutto quello che ho scritto finora, a questo punto dovresti pensare che il prezzo del biglietto sarà di gran lunga inferiore al valore che riceverai indietro…

Bene, lascia che questo pensiero ti abbracci totalmente.

Sarà davvero così.

Ora è tutto nelle tue mani e… spero di vederti al corso.

Compila il form qui sotto e lascia i TUOI dati per riservare il tuo posto a…

Cosa Farebbe Frank?

15 - 16 - 17 giugno 2023

Non è “l’uniforme” a fare l’imprenditore di successo, ma la sua mente!

 

* campi obbligatori

PS: La maggior parte della gente pensa:

  • “Come vendiamo ‘sto prodotto?”;
  • ”Come facciamo i soldi?”;
  • “Come aumentiamo i margini?”;
  • “Come aumentiamo i nostri clienti?”.

Quando in realtà la domanda corretta sarebbe: “Quale sistema disciplinato, a cui possiamo attenerci, dobbiamo creare per ottenere tutti questi risultati?”.

Ti prometto questo: uscirai da "Cosa Farebbe Frank?" con una mentalità completamente diversa rispetto a come ci sei entrato.

Penserai più chiaramente e in maniera più efficiente, grazie al TUO nuovo Sistema Operativo che avrai imparato a creare da zero.

Voglio dedicare questo corso a tutti quelli che nella vita mi sono stati d’ostacolo o hanno provato a mettermi i bastoni fra le ruote…

Se non siete riusciti a portare a termine la vostra missione contro di me, è proprio grazie a tutto questo.

Dopo numerosi test effettuati, il Salvagente ha deciso di conferire la certificazione “ZeroTruffe” all’azienda Metodo Merenda.

Diventare un’azienda ZeroTruffe significa superare molti test che il nostro team di esperti effettua su vari fronti.

In particolare, Metodo Merenda si è dimostrata all’altezza di tale certificazione per:

  • qualità delle informazioni divulgate e funzionamento del Metodo;
  • veridicità delle centinaia di testimonianze;
  • eccellente servizio di assistenza al cliente.

Non erano prove facili ma con minuziosa attenzione, il nostro team ha valutato l’azienda idonea alla certificazione.

Per maggiori informazioni sul bollino “ZeroTruffe” ottenuto da Metodo Merenda, clicca qui zerotruffe.it/c0009


EditorialeNovanta Srl, con sede legale a Roma, CAP 00185, via Ludovico di Savoia, N.2b, Partita IVA 12865661008, editrice della rivista “Il Salvagente” diretta da Riccardo Quintili

Rock ‘n’ Roll!


Frank

Per assistenza chiama il numero verde 800.790053 oppure clicca qui assistenzametodomerenda.com

Copyright © 2023 | Mercury Training Group SA - Via Maria Ghioldi-Schweizer, 2 - 6850 Mendrisio, Svizzera | Privacy Policy